Hospitalia approda in Francia

by • 19 aprile 2017 • Patrimonio891

Share
L’indagine fotografica sugli antichi ospedali in Europa sarà presentata ad Arles con una proiezione al Museo della Camargue e una mostra a cura di Gigliola Foschi presso l’Espace Van Gogh. Il Giornale è media partner dell’intero progetto

 

Dedicato agli antichi ospedali europei, il progetto fotografico Hospitalia – dopo essere stato esposto in Italia nelle principali città toccate dall’indagine di Elena Francosarà presentato in Francia, ad Arles, con una proiezione al Museo della Camargue e una mostra presso l’Espace Van Gogh, ex Hôtel Dieu Saint Esprit: l’antico ospedale di Arles, costruito nel XVI secolo, dove poi venne ricoverato il pittore espressionista che lo rappresentò più volte nei suoi quadri.

La ricerca di Franco intende ridare voce alla memoria e alla storia urbanistica, architettonica e sociale degli antichi luoghi d’accoglienza e di cura, che vennero costruiti nei principali centri europei dal Medioevo all’Ottocento, per essere poi spesso dismessi e riconvertiti a nuove destinazioni d’uso dal Novecento a oggi. Progettate dai più importanti architetti dell’epoca e simbolo del prestigio di una città, tali strutture testimoniano come nel passato esistesse un’unità inscindibile tra spirito di carità, senso civico, architettura e medicina.

La mostra, nella prima sezione, propone nuove chiavi di lettura del patrimonio ospedaliero in Europa che evidenziano lo spirito di accoglienza e i meccanismi di solidarietà di un tempo, suggerendo inoltre riflessioni utili alla costruzione delle comunità del futuro e a consapevoli percorsi di valorizzazione. Nella seconda sezione si concentra sulle città gemellate di Vercelli ed Arles e sui possedimenti agricoli che i loro enti ospedalieri avevano ricevuto grazie a lasciti e donazioni. Tale ricerca, frutto di approfondite consultazioni degli archivi ospedalieri, offre la possibilità di scoprire e leggere il territorio della Camargue da un nuovo punto di vista. Le immagini, infatti, accompagnano il visitatore in un viaggio tra gli antichi mas (masserie), un tempo di proprietà dell’Hôtel Dieu, che punteggiano la brughiera, i pascoli e i campi di riso attorno ad Arles e nel Parco della Camargue.

Immagine di copertina: Mas de la Chassagne in Camargue, ex possedimenti dell’Hôtel Dieu di Arles ora Espace Van Gogh, 2016 (© Elena Franco)

 

Elena Franco

Architetto e fotografa. La sua principale ricerca fotografica, che indaga gli antichi ospedali europei e i relativi patrimoni documentali e immobiliari, in corso dal 2012, dopo essere stata esposta e presentata in sedi istituzionali a Milano, Napoli, Vercelli, Losanna, Venezia, Firenze, accompagnata da convegni e workshop ispirati dal suo lavoro, è ora oggetto di pubblicazione. Il primo volume a riguardo, ”La rinascita dell’ex ospedale di Sant’Andrea a Vercelli”, è stato edito, nel febbraio 2016, da Silvana Editoriale. Parte della ricerca è entrata a far parte dell’Archivio del Fondo Malerba per la Fotografia e di collezioni private in Italia e all’Estero. Ha vinto il Premio Mediterraneo Fotografia a Venezia nel 2015 ed è risultata tra le opere finaliste al Combat Prize 2016 a Livorno. E’ stata tra le opere selezionate per il Premio Streamers 2016.

Spesso i suoi progetti fotografici hanno come soggetto edifici, come nel caso di “Cauti racconti immaginari”, progetto su Palazzo Toni a Gozzano (NO), e città, come nel caso di “Venezia fragile”. Collabora con “Il Giornale dell’Architettura” ed è autrice di articoli e saggi sul tema della rivitalizzazione urbana e territoriale. E’, inoltre, direttore artistico della Fondazione Arte Nova, per la valorizzazione della cultura del Primo Novecento.

Ha partecipato alle edizioni 2014 e 2016 della Fiera MIA e ad Arte Fiera 2017 a Bologna, con la galleria Made4Art.

Le sue opere sono, inoltre, rappresentate da ArtPhotò a Torino e da Studio Cenacchi Arte Contemporanea a Bologna.

Gigliola Foschi

Fa parte del comitato della fiera MIA (Milan Image Art) e insegna Storia della Fotografia presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e festival fotografici italiani e stranieri (Scavi Scaligeri di Verona,  Museo del Santo di Padova,  FAR/Fabbrica Arte Rimini, Biennale di Fotografia di Brescia; Festival Fotografia Europea di Reggio Emilia, Photo Biennale di Salonicco, Month of Photography di Bratislava). Ha collaborato al primo e al terzo volume dell’enciclopedia The History of European Photography  (Central European House of Photography, Bratislava).  Di recente  ha pubblicato il libro Le fotografie del silenzio. Forme inquiete del vedere, Ed. Mimesis/Accademia del silenzio, 2015. 

Espace Van Gogh

Place Félix Rey, 13200 Arles, Francia

Museo della Camargue

Mas du Pont de Rousty, 13200 Arles

Apertura

20 aprile -1° maggio 2017

Orari

Espace Van Gogh 11.00>19:00 – Ingresso Libero

Museo della Camargue 9:00>12 :30 – 13 :00>18 :00 (museo chiuso il 1° maggio)

Tariffe 

Ingresso libero all’Espace Van Gogh / proiezione compresa nel biglietto d’accesso al Musée de la Camargue

 Inaugurazione

Espace Van Gogh venerdì 21 aprile alle ore 18 :30

Serata “Hospitalia in Camargue”

 Museo della Camargue giovedì 27 aprile 18.30

Il lavoro di Elena Franco richiama una storia scritta nel paesaggio della Camargue dal Medioevo al XX secolo. Il percorso artistico incontra un importante patrimonio a cui il Museo dedica la serata

Visita alle antiche proprietà dell’ospedale di Arles in Camargue

Museo della Camargue sabato 29 aprile a partire dalla ore 9:45

 


Tag



Pin It

Comments are closed.