Il Museo archeologico di Lipari non è sprangato!

by • 5 Agosto 2016 • Patrimonio1750

Share
A seguito della pubblicazione di un articolo sul Museo archeologico Luigi Bernabò Brea, riceviamo e pubblichiamo le precisazioni di Maria Amalia Mastelloni, dirigente responsabile del Polo regionale siciliano delle Isole Eolie per i siti culturali

 

In riferimento all’articolo Sicilia dolente, pubblicato su Il Giornale dell’Architettura, corre l’obbligo da parte di questa Direzione di fornire alcune precisazioni in merito alla fruizione dei settori espositivi del Museo tra cui quelli oggetto di interventi a valere sui fondi PO FESR 2007/2013.

Si ritiene necessario ed opportuno chiarire che i settori Isole Minori e Storia del Museo, già dalla fine di giugno sono fruibili nelle ore antimeridiane (dalle ore 9,00 alle ore 13,30), unitamente alla Sezione Vulcanologica. Per quanto riguarda il settore Arte Contemporanea, superando alcuni problemi tecnici, si è avviato sin dallo scorso mese di marzo un programma di apertura. 
Grazie ad un Protocollo d’intesa con l’Associazione Nazionale Carabinieri per l’espletamento di attività di volontariato a titolo gratuito a supporto dell’Istituto, dall’1 agosto p.v. il settore di Arte Contemporanea sarà regolarmente fruibile tutti i giorni feriali, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00, portando a sei gli edifici espositivi fruibili, oltre agli ampi giardini con cavea teatrale ed i percorsi panoramici del Castello. Inoltre nel cuore di Lipari sarà riaperta al pubblico la grande area archeologica di Contrada Diana, ricca di monumentali mura del IV sec. e di edifici romani (apertura tutti i giorni feriali dalle ore 17,00 alle ore 19,30). Si partecipa, infine, che sempre con decorrenza 1 agosto p.v. sarà aperta al pubblico anche la Sezione Museale distaccata di Filicudi (tutti i giorni feriali dalle ore 9,15 alle ore 13,45 e dalle ore 14,15 alle ore 16,45). Si ricorda inoltre che oltre ad un apparato didascalico rinnovato i settori del Museo sono dotati di piccole guide esaustive e video multimediali on line consultabili nel sito www.regione.sicilia.it/beniculturali/dirbenicult/info/multimedia.html#me.

Quanto sopra ai fini di una corretta informazione e per un dovuto riconoscimento pubblico della professionalità, della dedizione e dell’impegno profusi quotidianamente dal Personale tutto, la cui immagine – al pari di quella dell’Istituto – viene gravemente danneggiata da informazioni sommarie ed incomplete.

Maria Amalia Mastelloni, 29 luglio 2016

———–

Ringraziamo la dottoressa Mastelloni per aver confermato riga per riga l’esattezza delle informazioni – altro che «sommarie e incomplete» – dell’articolo in oggetto e prendiamo atto con soddisfazione delle «riaperture», chiaramente decise e messe in atto (a stagione ben inoltrata, peraltro) dopo la pubblicazione del medesimo, salvo i due settori a cui accenna la direttrice riaperti appena qualche giorno prima, in concomitanza della stesura dell’articolo. Naturalmente il nostro giornale sarà diligente e vigile nel verificare che le riaperture siano davvero tali, e non iniziative estemporanee destinate a… tornare a marcire alla fine dell’estate.

Silvia Mazza, 5 agosto 2016

(Visited 313 times, 1 visits today)

Tag


-

Pin It

Comments are closed.