Lo Scoiattolo, il legno nobilita la casa, e non solo…

by • 29 gennaio 2018 • Senza categoria2622

Share
Coperture e sistemi costruttivi impiegano il legno in modo innovativo grazie all’esperienza dell’azienda casertana

 

Lo Scoiattolo s.r.l, nata dall’esperienza di più generazioni dedite alla lavorazione del legno, oggi è tra le aziende italiane leader del settore in grado di coniugare tradizione e tecnologia grazie all’impiego di macchinari a controllo numerico che garantiscono strutture ad hoc. L’azienda è specializzata nella costruzione di tetti e case in legno, utilizza materie prime sostenibilicertificate per qualità e provenienza, durabili nel tempo, adatte all’impiego in aree sismiche, con ottime proprietà termoisolanti e un’elevata velocità di realizzazione, da cui deriva un notevole risparmio economico. Oltre a costruire coperture e residenze per privati, collaborare con imprese e liberi professionisti, l’azienda opera anche nel settore pubblico ed offre inoltre servizi di rilievo, calcoli statici, impregnazione, autoclavatura, trasporto, montaggio e ferramenta.

 

I tetti

La copertura in legno è una soluzione molto diffusa non solo negli edifici prefabbricati in legno ma anche nelle case in muratura, in quanto vantaggiosa per il peso e l’isolamento termico. In funzione delle esigenze energetiche e progettuali dell’involucro, l’azienda è in grado di mettere a punto una particolare sezione tecnologica, scegliendo isolante, teli impermeabili e traspiranti, finiture. Queste ultime sono disponibili in una vasta gamma di tonalità e colori con una tessitura organica di particolare pregio.

Le case

Lo Scoiattolo propone varie tipologie di modelli abitativi già realizzati e consente anche di realizzare nuovi progetti per i quali possono essere impiegati tre diversi sistemi costruttivi:

Platform frame, costituito da un’intelaiatura autoportante in legno composta da montanti disposti ad un interasse variabile, completati da traversi inferiori e superiori di uguale sezione; la soluzione scatolare può così adattarsi allo stile più contemporaneo con ampie vetrate e rivestimenti esterni ed interni di qualsiasi tipo. Questo sistema inoltre risulta il più adatto per ottenere elevati livelli di isolamento termico e realizzare una casa in classe A ai fini della certificazione energetica.

X-LAM, sistema all’avanguardia ma ormai consolidato di pannelli a strati di dimensioni variabili montati a secco, per una costruzione massiccia, antisismica e con eccellenti proprietà d’isolamento termoacustico.

Blockhaus, sistema costruttivo che ha radici molto antiche, diffuso soprattutto tra le popolazioni nordiche: consiste principalmente nella formazione dei muri della casa attraverso l’incastro di elementi lignei posti orizzontalmente uno sull’altro.

ALCUNE REALIZZAZIONI IN AMBITO PUBBLICO

Istituto agrario di San Michele all’Adige (Trento)

Progetto: Studio tecnico Architetti Cristolfini (Alberto, Giulio e Lorenza Cristolfini)

Superficie: 900 mq

Numero aule: 10 (8 per 25 alunni e 2 per 24 alunni)

Inaugurato nell’autunno 2014, costruito in sole 4 settimane con l’impiego della metodologia Building Information Modeling (BIM); da progetto si prefissava il raggiungimento della certificazione Silver del sistema ARCA e in fase di verifica ha conseguito la certificazione Gold.

 

–ù

Scuola dell’infanzia a Inzago (Milano)

Progetto: arch. Giancarlo Allen con arch. Andrea Braga e arch. Roberta Mauri

Superficie coperta: 880 mq

Numero aule: 3 per attività ordinarie (162 mq), 1 per attività speciali (54 mq), oltre a spazio per attività libere (147 mq)

L’edificio è interamente realizzato con il sistema di assemblaggio meccanico a secco di elementi prefabbricati in legno con coibentazione termo-acustica vegetale. Il sistema ha permesso di scegliere diverse finiture per interni ed esterni: quelle esterne sono in legno a sud e in fibrocemento colorato a nord, mentre quelle interne sono in fibrogesso ignifugo; la copertura piana è a verde pensile estensivo; i serramenti apribili sono in legno di abete e in alluminio riciclato; i pavimenti sono a secco con rivestimento in linoleum a composizione esclusivamente vegetale.

Copertura della chiesa di Telese Terme (Benevento)

Il complesso parrocchiale, commissionato dalla Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti, sorge nel Comune di Telese Terme su una superficie di circa 20.000 mq. Il progetto architettonico e strutturale è stato redatto dallo studio dell’ingegnere Carmine Cacchillo. Il progetto liturgico è stato curato dall’artista don Battista Marello. La costruzione è stata iniziata per la sola parte della chiesa. Ad oggi, è stata completata la struttura portante in cemento armato. Seguirà la realizzazione della copertura in legno che si sviluppa per una superficie di circa 1.300 mq.

 

(Visited 425 times, 1 visits today)

Pin It

Comments are closed.