Vita da architetto

by • 22 febbraio 2017 • Senza categoria2571

La nostra collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino inizia con un focus sui concorsi: dalla piattaforma per il monitoraggio dei bandi del Cnappc, alle riflessioni di Francesco Karrer (già presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici), a come dovrebbe essere il concorso perfetto

 

Un bando di qualità è una tutela per tutti di Laura Porporato

Al via il 24 marzo la piattaforma per il monitoraggio dei bandi del Cnappc, che analizzerà le procedure pubblicate con l’obiettivo di affrontarne le criticità e semplificare e uniformare i bandi. Ne parla Laura Porporato, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Torino

 

Verso il concorso perfetto di Alessandro Cimenti

Secondo il consigliere dell’Ordine degli Architetti di Torino deve essere in due gradi, completamente online, valutato da una giuria selezionata e assegnare l’incarico al vincitore. Servono buoni progetti e buona architettura diffusa, ma per averli sono necessari progettisti “allenati” e migliori procedure

 

 

Opere pubbliche e concorsi, uno spazio sempre più ristretto di Francesco Karrer

Secondo l’ex presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici occorre continuare a invocare l’applicazione del concorso di progettazione, ma non fuori del contesto generale. A meno che si voglia rimanere ancora ai margini del processo decisionale sulle opere pubbliche

 

Concorsi in Italia, tra fallimenti e occasioni mancate di Lucia Pierro e Marco Scarpinato

La stagione dei concorsi di progettazione architettonica in Italia sembra segnare il passo senza essere effettivamente mai entrata a pieno regime: un breve (ma tragico) excursus, i confronti con l’estero, i possibili rimedi

 

 

 

 

 

 

 

 


Tag


Pin It

Comments are closed.