Visit Sponsor

Green Building

Processi, progetti e prospettive di compatibilità ambientale negli interventi di trasformazione della città e dei territori

Un ciclo di quattro incontri ospitati grazie a IREN Group presso The Heat Garden, il nuovo sistema di accumulo di calore di Torino: un luogo aperto, innovativo e green. Gli incontri a cura de Il Giornale dell’Architettura esploreranno processi, progetti e prospettive di compatibilità ambientale negli interventi di trasformazione della città e dei territori.

19 marzo 2024: Luciano Pia racconta The Heat Garden

Il primo incontro “The Heat Garden, il progetto architettonico green per il nuovo sistema di accumulo del calore di San Salvario” è dedicato a scoprire il progetto accompagnati dal suo autore, l’architetto Luciano Pia.

The Heat Garden, che sorge in via Lugaro, nel quartiere San Salvario di Torino, è un nuovo sistema di accumulo del calore a servizio della rete metropolitana di teleriscaldamento di IREN, che accosta attenzione alla sostenibilità e al territorio a soluzioni tecnologiche di avanguardia. L’impianto ospita terrazzi e giardini pensili – che occupano una superficie di oltre 2500 metri quadri – e quasi 11mila tra piante e alberi, oltre a una serra di coltivazione, in una perfetta integrazione con il sistema di accumulo.

L’integrazione sinergica tra edifici e paesaggio è alla base dell’architettura ecosostenibile: la sua cifra caratteristica è il ricorso al verde come strategia fondamentale per migliorare il rendimento delle strutture, progettate seguendo specifici principi che permettono di ridurre il loro impatto sull’ambiente e aumentare l’integrazione nel tessuto urbano.
La vegetazione, come dimostra The Heat Garden, può offrire numerosi vantaggi alle strutture architettoniche: basti pensare ai benefici delle coperture o delle pareti verdi che migliorano il microclima locale. A seconda degli obiettivi, delle necessità e delle caratteristiche degli edifici, si può inserire il verde in modi differenti: così la natura non è più relegata alle aree adibite a parco, ma sta diventando parte integrante dell’urbanistica nonché dell’architettura industriale.

2° incontro: giugno

Involucri: lo stato dell’arte nell’uso del verde come regolatore climatico e strumento di composizione in facciata e soprattutto nelle coperture degli edifici

3° incontro: ottobre

Paesaggi: interventi di architettura del paesaggio alla scala territoriale, dalle infrastrutture ai servizi

4° incontro: novembre

Materiali: usi e riusi virtuosi, esperienze di filiera

A CURA DI
logo-inarch-piemonte-1
IN COLLABORAZIONE CON
IREN
SONO STATI RICHIESTI 2 CFP AL CNAPPC
GRAZIE A
SONO STATI RICHIESTI 2 CFP AL CNAPPC
A CURA DI
logo-inarch-piemonte-1
IN COLLABORAZIONE CON
IREN
GRAZIE A
(Visited 85 times, 3 visits today)
Last modified: 13 Febbraio 2024

Comments are closed.