Visit Sponsor

Green Building

Processi, progetti e prospettive di compatibilità ambientale negli interventi di trasformazione della città e dei territori

Un ciclo di quattro incontri ospitati grazie a IREN Group presso The Heat Garden, il nuovo sistema di accumulo di calore di Torino: un luogo aperto, innovativo e green. Gli incontri a cura de Il Giornale dell’Architettura esploreranno processi, progetti e prospettive di compatibilità ambientale negli interventi di trasformazione della città e dei territori.

19 marzo 2024: Luciano Pia racconta The Heat Garden

Il primo incontro “The Heat Garden, il progetto architettonico green per il nuovo sistema di accumulo del calore di San Salvario” è dedicato a scoprire il progetto accompagnati dal suo autore, l’architetto Luciano Pia.

The Heat Garden, che sorge in via Lugaro, nel quartiere San Salvario di Torino, è un nuovo sistema di accumulo del calore a servizio della rete metropolitana di teleriscaldamento di IREN, che accosta attenzione alla sostenibilità e al territorio a soluzioni tecnologiche di avanguardia. L’impianto ospita terrazzi e giardini pensili – che occupano una superficie di oltre 2500 metri quadri – e quasi 11mila tra piante e alberi, oltre a una serra di coltivazione, in una perfetta integrazione con il sistema di accumulo.

L’integrazione sinergica tra edifici e paesaggio è alla base dell’architettura ecosostenibile: la sua cifra caratteristica è il ricorso al verde come strategia fondamentale per migliorare il rendimento delle strutture, progettate seguendo specifici principi che permettono di ridurre il loro impatto sull’ambiente e aumentare l’integrazione nel tessuto urbano.
La vegetazione, come dimostra The Heat Garden, può offrire numerosi vantaggi alle strutture architettoniche: basti pensare ai benefici delle coperture o delle pareti verdi che migliorano il microclima locale. A seconda degli obiettivi, delle necessità e delle caratteristiche degli edifici, si può inserire il verde in modi differenti: così la natura non è più relegata alle aree adibite a parco, ma sta diventando parte integrante dell’urbanistica nonché dell’architettura industriale.

 

11 giugno 2024: Involucri verdi

Negli ultimi decenni l’architettura contemporanea ha affrontato sfide sempre più importanti legate all’efficienza energetica, alla sostenibilità ambientale e al comfort degli utenti. Tra le molte soluzioni tecnologiche adottate, l’integrazione del verde negli involucri architettonici ha dimostrato di essere un approccio che consente di ottenere risultati importanti. La presentazione fa una rassegna di edifici contemporanei, progettati da architetti protagonisti del dibattito architettonico internazionale, in cui la vegetazione viene sapientemente integrata nell’involucro edilizio, come regolatore climatico e strumento di composizione in facciata. Attraverso l’illustrazione dei casi studio verranno analizzate le strategie e le tecnologie impiegate per regolare il micro-clima esterno, risparmiare energia e migliorare il comfort ambientale, e le loro potenzialità nell’applicazione comune. Infine, verranno esaminate le sfide future per gli architetti nell‘integrare il verde nell’architettura, una delle strategie possibili che, messe a sistema, possono dare un contributo importante nella riduzione dell’impatto del costruito sull’ambiente.

Tra regolazione climatica e disegno dell’architettura  

Carlo Micono, architetto, façade engineering e sostenibilità, Ai Engineering

Il verde sopra al grigio. Architetture di Emilio Ambasz

Sergio Pace, storico dell’architettura, Politecnico di Torino

Il verde al centro dell’architettura

Andrea Cassi, partner Carlo Ratti Associati 

Iscrizioni qui

3° incontro: ottobre

Paesaggi: interventi di architettura del paesaggio alla scala territoriale, dalle infrastrutture ai servizi

4° incontro: novembre

Materiali: usi e riusi virtuosi, esperienze di filiera

A CURA DI
logo-inarch-piemonte-1
IN COLLABORAZIONE CON
IREN
SONO STATI RICHIESTI 2 CFP AL CNAPPC
GRAZIE A
SONO STATI RICHIESTI 2 CFP AL CNAPPC
A CURA DI
logo-inarch-piemonte-1
IN COLLABORAZIONE CON
IREN
GRAZIE A
(Visited 297 times, 1 visits today)
Last modified: 29 Maggio 2024

Comments are closed.