Roma e Milano, tre convegni per ricordare Zevi

by • 30 maggio 2018 • Professione e Formazione2021

Share
Il Giornale è media partner dei tre appuntamenti in occasione delle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Bruno Zevi

Saper vedere l’architettura. Eredità culturale, attualità critica di Bruno Zevi

In occasione del centenario della nascita di Bruno Zevi, l’Ordine degli Architetti di Roma e provincia organizza una giornata di studio dedicata al celebre storico e critico dell’architettura romano nato nel 1918 e scomparso nel 2000. L’evento vuole analizzare il pensiero di Zevi evidenziando il rapporto tra spazio zeviano e linguaggio, tra dinamica architettonica e scrittura critica, tra tecniche di rappresentazione e cultura fotografico cinematografica, tra urbanistica ed etica dell’architettura per studiare il passato e riflettere sul prossimo futuro.
Nel 1948 esce il libro Saper vedere l’architettura: Zevi rilegge la storia in un continuo confronto
linguistico che svela l’essenza del fare architettura e prefigura nuove modalità critiche di comprensione
della realtà urbana. In tale direzione l’educazione allo spazio, più dell’analisi di una pianta-prospetto-
sezione, rappresenta il presupposto per studiare criticamente il contemporaneo.
Il convegno intende evidenziare l’eredità culturale e l’attualità critica di Bruno Zevi attraverso il contributo di architetti, urbanisti, critici, giornalisti, scrittori, editori, nel tentativo di costruire un evento nel quale vengano confrontati diversi approcci culturali, molteplici saperi e visioni multiformi che possano far luce, oggi, sull’importanza e la portata storica del pensiero zeviano.

14 giugno 2018
ore 9.00 – 19.30
Casa dell’Architettura
Piazza Manfredo Fanti 47, Roma

Seminario a cura di:
Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Casa dell’Architettura di Roma

La partecipazione al convegno riconosce n. 8 CFP

È obbligatoria la registrazione online

su ordine.architettiroma.it


Bruno Zevi, “Dialoghi sulla modernità”

L’evento intende valorizzare l’integralità dell’opera di Bruno Zevi nella stretta convergenza tra impegno critico, come storico dell’arte e dell’architettura, nell’impegno divulgativo, quale fondatore di riviste quali «Metron» e «L’Architettura. Cronache e storia», nella vita professionale come architetto operante e nei rapporti con i contemporanei, nell’impegno civile, quale politico e promotore di battaglie sociali.
Carattere costante della sua opera è stato il colloquio con la modernità finalizzato a coglierne le nuove dimensioni negli aspetti poliedrici e complessi con cui si presentava e che tanto hanno segnato il suo apporto critico e la visione dei fenomeni contemporanei. Su questa articolazione, Zevi non impone una lettura, ma amplia un processo di assimilazione e percezione degli stimoli che sviluppa nella capacità di vedere e di insegnare a vedere non solo l’architettura, dando vita, così, ad un metodo critico unico.

12 giugno 2018
ore 9.30 – 13.30
Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6 Milano

Ingresso libero

Interventi di Marco Biraghi, Emanuele Fiano, Fulvio Irace, Carlo Olmo, Luca Zevi

A cura di Renzo Bassani e Arianna Panarella
Con il patrocinio di Fondazione Bruno Zevi e In/Arch – Istituto Nazionale di Architettura

Evento in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano. Riconosciuti cfp agli Architetti.

Informazioni e prenotazioni:
promozione.public@triennale. org (a questo indirizzo gli Architetti iscritti all’Ordine devono inviare: nome, cognome, CF, numero iscrizione e Ordine di appartenenza)


“Bruno Zevi, uno storico scomodo”

“Storie di architetti e architetture” è un progetto di Ceramiche Refin sviluppato insieme a Il Giornale dell’Architettura  e volto a celebrare alcuni tra i più importanti anniversari e centenari che ricadono nel 2018, indagando e valorizzando gli studi degli architetti coinvolti.

La seconda conferenza gratuita in programma è intitolata “Bruno Zevi, uno storico scomodo”  e si terrà il 21 giugno 2018 presso Refin Studio.

Un appuntamento di approfondimento sulla figura di Bruno Zevi, il grande storico dell’architettura che diede vita alla Scuola di Architettura Organica e a riviste come “Metron”, “A”, “L’architettura”.

21 giugno 2018
ore 17.00 – 19.00
Sede: Refin Studio
Via Melone, 2 Milano

Relatori:

Luca Guido – Visiting Associate Professor of Architecture, The University of Oklahoma

Emanuele Piccardo – Critico di architettura, direttore archphoto.it

Fiorella Vanini – Assistant professor, Prince Sultan University

 

Modera:

Luca Gibello – Direttore Il Giornale dell’Architettura.com


Tag


Pin It

Comments are closed.