Autore: luca_gibello

Luca Gibello

Website:

Bio: Nato a Biella (1970), nel 1996 si laurea in Architettura presso il Politecnico di Torino, dove nel 2001 consegue il dottorato di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica. Ha svolto attività di ricerca sui temi della trasformazione delle aree industriali dismesse in Italia. Presso il Politecnico di Torino e l'Univerdità di Trento ha tenuto corsi di Storia dell’architettura contemporanea e di Storia della critica e della letteratura architettonica. Collabora a “Il Giornale dell’Architettura” dalla sua fondazione nel 2002; dal 2004 ne è caporedattore e dal 2015 direttore. Oltre a saggi critici e storici, ha pubblicato i volumi "Francesco Dolza. L’architetto e l’impresa" (con P.M. Sudano, 2002) e "Annibale Fiocchi architetto" (con P.M. Sudano, 2007), mentre ha curato "Stop&Go. Il riuso delle aree industriali dismesse in Italia. Trenta casi studio" (con A. Bondonio, G. Callegari e C. Franco, 2005), "1970-2000. Episodi e temi di storia dell’architettura contemporanea" (con F.B. Filippi e M. Robilant, 2006) e "Il Cineporto della Film Commission Torino Piemonte. Un’opera di Baietto Battiato Bianco" (2009). Ha svolto il coordinamento scientifico-redazionale del "Dizionario dell’architettura del XX secolo" (Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 2003). Con "Cantieri d'alta quota. Breve storia della costruzione dei rifugi sulle Alpi" (2011, tradotto in francese e tedesco a cura del Club Alpino Svizzero nel 2014), primo studio sistematico sul tema, unisce l'interesse per la storia dell'architettura con la passione da sempre coltivata verso l’alpinismo (ha salito 71 delle 82 vette delle Alpi sopra i 4000 metri). Nel 2012 fonda e da allora presiede l'associazione culturale Cantieri d'alta quota

Autore Post: