Visit Sponsor

Written by: Professione e Formazione

Allo IUAV l’attenzione alla progettazione temporanea ed etica

*** Fino al 24 gennaio, iscrizioni aperte al master di secondo livello “Emergency Temporary Circular Architecture”

 

Il nuovo master di secondo livello “Emergency Temporary Circular Architecture” all’Università IUAV di Venezia ha il pregio di tenere insieme le quattro parole (Emergency, Temporary, Circular, Architecture) che sono i temi del più radicale pensiero dell’architettura etica contemporanea. Per questo lo IUAV con ARUP Engineering Italia e la presenza di Emergency propone per l’anno accademico 2024-25 (scadenza iscrizioni 24 gennaio 2024) un master di secondo livello (60 CFU e 375 ore di didattica) di grande valore culturale, professionale ed etico insieme.

Il master risponde a una domanda urgente da parte delle popolazioni oggi colpite da guerre e da disastri ambientali ed ecologici, per la ricostruzione immediata, modulare, di architetture principalmente abitative, di cohousing ma anche di piccole strutture di servizio temporanee. Il tema nasce da un’indagine di mercato che rileva una grande domanda rivolta alle principali aziende italiane e internazionali dell’architectural design & engineering per fornire soluzioni veloci, di alta qualità sostenibili per popolazioni urbane ed extraurbane che si trovano in uno stato di emergenza. La didattica annuale prenderà avvio il 15 marzo 2024 e sarà organizzata tramite 12 corsi, secondo una metodologia multidisciplinare dove ogni corso ha la funzione di approfondire il processo ideativo in filiera circolare con il mondo della produzione. I corsi saranno tenuti da 16 docenti, visiting con curriculum prestigiosi sui rispettivi temi.

Modulo 1: Temporary Housing-Cohousing & Manage / Carbon Neutral Architectural Technology for Sustainability and Circularity / Reduce Recycle Reuse: Material Balance / Representation: Digital Programms / Studio_ Eco Generative Architecture

Modulo 2: Housing-Cohousing Project: Module Code / Prototyping Process/Structure: Complexity & Module / Semiotics of cultures

Modulo 3: Natural & Artificial Lighting / Natural & Artificial Sounding / Social Landscape & Nature’s Contest

Il master è aperto ad architetti, ingegneri, designer con laurea magistrale o equipollente che desiderano entrare in relazione con il settore suddetto attraverso società, imprese e studi che sono protagonisti di una sostenibilità etica della progettazione, unitamente alle pratiche della transizione ecologica. Caratteristica principale del master è il suo orientamento diretto al lavoro. Il recente mismatch tra le esigenze delle imprese del settore e le abilità professionali post lauream è un dato assai significativo. È in corso una vera e propria rivoluzione culturale intorno al “valore-lavoro”: oggi un giovane laureato spesso tende a rifiutare le proposte del mercato se la loro qualità non affianca al sapere professionale anche quello etico. La società internazionale di ingegneria e architettura ARUP Italia partecipa a questa proposta di master in modo determinante. Non solo ne garantisce la possibilità di internship (obbligatorie 375 ore) in tutta Europa, ma intende stabilire una ricerca interna al tema che ritiene di fondamentale importanza nel panorama internazionale. Molte altre aziende e studi italiani stanno sviluppando ricerche progettuali per servizi di housing e cohousing di alta qualità per le popolazioni in emergenza.

Il sito web del master fungerà da piattaforma per il confronto dei futuri partecipanti, docenti, testimonial d’idee sul tema dei corsi di formazione.

 

*** articolo sponsorizzato

Autore

  • Raffaella Laezza

    Architetta laureata all’Università Iuav di Venezia, dove consegue il dottorato di ricerca in progettazione architettonica ed è docente a contratto dal 2008. E’ titolare dello studio Raffaella Laezza Architecture Italy e responsabile scientifica e docente di Eco Generative Architecture al master Emergency Temporary Circular Architecture. Tra i suoi scritti: “Codici del temporaneo. Manifesto di architettura” (2018); "Leonardo Da Vinci architetto. Inquiete sequenze. Dieci interrogazioni di natura-architettura contemporanea” (2021); ”CRASH. Peter Eisenman IUAV 1986-87. Con un'intervista a Peter Eisenman” (2022). Le sue teorie scritte si radicano nelle sue architetture temporanee realizzate, tra cui la più recente è "Futura 2023 Preview _ 70 tons Co2 compensated" presso Palazzo Piacentini, sede del Ministero delle Imprese e Made in Italy a Roma

About Author

(Visited 178 times, 1 visits today)
Share

Tag


, ,
Last modified: 20 Dicembre 2023