La settimana del PIDA

by • 11 settembre 2018 • Professione e Formazione1090

Share
Dal 10 al 15 settembre la fase finale dell’ottava edizione del Premio Internazionale Ischia di Architettura con l’assegnazione dei riconoscimenti e il workshop sulla ricostruzione post sismica dell’isola

 

ISCHIA (NAPOLI). La piccola isola al largo del Golfo partenopeo, solitamente animata dai turisti, questa settimana è anche “invasa” dagli architetti in occasione degli eventi salienti organizzati dall’associazione culturale PIDA, presieduta dall’architetto ischitano Giovannangelo De Angelis e giunta al suo decimo anno di attività. Il programma vede lo svolgimento del workshop di progettazione locale e il conferimento del Premio Internazionale Ischia di Architettura per gli hotel e le spa più belle del mondo, oltre agli altri riconoscimenti assegnati dalla giuria, composta da Luigi Prestinenza Puglisi (presidente), Luca Gibello (“Il Giornale dell’Architettura”) e Francesco Pagliari (“The Plan”).

 

Il workshop

La ferita inferta dal terremoto di magnitudo 4.0 con epicentro nella frazione del Maio del Comune di Casamicciola terme del 21 agosto 2017 (foto di copertina) impone una profonda riflessione nella società civile che chiama in particolare gli architetti a svolgere un ruolo cruciale nel guidare il cambiamento necessario al fine di restituire nel più breve tempo possibile un futuro in quelle aree capace di trasformare la tragedia in risorsa. Questo il tema del workshop di progettazione di quest’anno dal titolo “Protopia Maio”, inerente la ricostruzione delle aree maggiormente colpite dal sisma che impongono l’abbattimento e la ricostruzione degli edifici (nucleo di circa 2 ettari nella zona rossa del Maio di Casamicciola). Al laboratorio (presso il Castello del Piromallo, nel Comune di Forio, dal 10 al 15 settembre) partecipano quattro gruppi di laureandi selezionati e guidati da docenti della facoltà di Architettura di Napoli Federico II, Roma Tor Vergata, Politecnico di Bari e D’ARCH di Palermo, ai quali si affiancheranno geologi dell’INGV, ingegneri dell’ANIAI esperti nella ricostruzione post-sisma, tecnici bioclimatici del network CasaClima ed esperti in progettazione partecipata. Come risultato si avranno quattro soluzioni progettuali da proporre alla comunità. A dirigere il workshop è l’architetto nipponico Atsushi Kitagawara, professore presso l’Università delle Arti di Tokyo, titolare dello studio Atsushi Kitagawara Architects e scelto dal comitato organizzatore per le sue grandi doti di progettista e per l’esperienza nella costruzione di edifici ad alta resistenza antisismica (in Giappone si progettano grattacieli che resistono ad una magnitudo maggiore di 7.5). A Kitagawara, che in Italia ha progettato il padiglione del Giappone all’Expo 2015 di Milano, e che terrà nell’isola una lectio magistralis, è stato assegnato il premio PIDA internazionale.

 

I premi

PIDA alberghi (nomina del vincitore, venerdì 14 settembre): Franco Tagliabue e Stefania Saracino con il progetto Casa Riga con agriturismo a Comano Terme (Trento); Alessio Princic con Villaverde Hotel & Resort a Fagagna (Udine); Gaetano Manganello con Alba Palace Hotel a Favara (Agrigento).

PIDA spa: menzione speciale per la migliore realizzazione allo studio DE8 per le nuove terme di San Pellegrino (Bergamo)

PIDA sisma e PIDA sisma recupero: menzioni speciali a Antonio Giuseppe Martiniello e Angela Amalfitano per il progetto “Università della Preghiera – ONLUS, Casa Dono di Gesù” (L’Aquila) e ad Alberto Giobbi per la riqualificazione di un antico fienile a Ovindoli (L’Aquila)

Premi speciali della giuriaAtsushi Kitagawara (PIDA internazionale); Federico Spagnulo (PIDA carriera per la realizzazione di hotel e spa); Mario Cucinella (PIDA speciale ricostruzione); Marco Maria Sambo (PIDA giornalismo); Alessandra Chemollo (PIDA fotografia)

 

Il programma

lunedì 10 – venerdì 14  (Castello del Piromallo – Forio): workshop sulla ricostruzione post sisma del Maio di Casamicciola

giovedì 13 (Castello Aragonese – Ischia, dalle ore 20:30): inaugurazione mostra fotografica Alessandra Chemollo “Spazi allo specchio”; lectio magistralis di Atsushi Kitagawara; premiazioni PIDA fotografia e PIDA internazionale. Interventi: Enzo Ferrandino (sindaco di Ischia)
Moderazione: Luca Gibello (direttore del “Giornale dell’Architettura”).

venerdì 14 (Villa Arbusto – Lacco Ameno; ore 17:00): “La ricostruzione del Maio” (tavola rotonda con le istituzioni: Regione, Commissariato all’emergenza post sisma, Comuni interessati dal sisma, esperti in ricostruzione post sisma);

(Castello del Piromallo – Forio; dalle ore 21:00): “Focus sulle architetture del turismo” (convegno a cura di Marco Maria Sambo (premio PIDa giornalismo) con interventi di Federico Spagnulo (premio PIDA carriera), Tim Wittenbecher (Floatel GmbH) e Gilda Bojardi (“Interni”); premiazioni concorso PIDA alberghi e spa, PIDA giornalismo e PIDA carriera. Interventi: Francesco Del Deo (sindaco di Forio), Ermando Mennella (presidente di Federalberghi Ischia)
Moderazione: Francesco Pagliari (“The Plan”)

• sabato 15 (Giardino Torre del Guevara – Ischia, dalle ore 21:00): inaugurazione mostra progetti partecipanti al concorso PIDA 2018; presentazione progetti workshop; Mario Cucinella racconta la sua esperienza nelle aree della ricostruzione post sisma; premiazioni PIDA sisma e sisma recupero. Interventi: Mario Losasso (Direttore DiARC) , Francesco Rispoli, Antonello Castagnaro (presidente Aniai), Flavia Zaffora (Univ. Palermo) Antonella Falzetti (Univ. Roma Tor Vergata), Ferruccio Izzo (docente DiARC), Michelangelo Russo (presidente Società Italiana Urbanisti), Giovanni Iannacone (referente INGV), Renata Tecchia (referente Network Casaclima), Corrado Minervini (esperto progettazione partecipata), Lucilla Monti (Geologa Reg. Campania)
Moderazione: Luigi Prestinenza Puglisi (presidente AIAC – Associazione italiana architettura e critica)

 

(Visited 10 times, 1 visits today)

Pin It

Comments are closed.