Shanghai, la Milano d’Oriente del design

by • 20 settembre 2017 • Design1752

Share
Settembre pieno di appuntamenti per la megalopoli cinese: Shanghai Design Week, China International Furniture Fair, Furniture China e Il salone del Mobile.Milano

SHANGHAI. Al ritorno ad un clima accettabile – l’estate è stata particolarmente torrida anche a queste latitudini – la Megalopoli cinese si trova coinvolta in una serie di iniziative che vanno a confermare la sua particolare vocazione nel campo del design, quasi Milano d’oriente a detta di alcuni.

Si è iniziato l’1 settembre con la Shanghai Design Week, che qui invero è una mostra evento tenuta allo Shanghai Exhibition Centre per promuovere il design e incoraggiarne la commercializzazione, presentando le innovazioni delle industrie locali. Il tema di quest’anno è stato “Design @ Consumption Uplevelling & Urban Regeneration”; in altre parole, ridefinire la città e la vita in essa grazie all’uso del design condotto dalla forza dell’immaginazione. Obiettivo quanto mai ambizioso che lascia forse delusi quanti visitano l’esposizione e tutti gli eventi connessi, ma del resto questi sono temi ancora “giovani” in una città e in una società in pieno sviluppo. Non trascurato l’aspetto commerciale, che trova anzi piena espressione in due fiere dalle dimensioni notevolissime viste con l’occhio occidentale, ma commisurate al mercato cinese.

La prima China International Furniture Fair, CIFF, giunta alla sua 40° edizione, si è tenuta al National Exhibition & Convention Centre di Shanghai Hongqiao a partire dall’11 settembre. Sul tema “Better Life, Better Work” di memoria Expo, si sono coperti i 400.000 mq della nuova struttura espositiva per dare spazio a duemila aziende per presentare le proprie proposte nel campo dell’home furniture, homedecor e hometextile, La seconda Furniture China, negli spazi dello SNIEC (Shanghai New Int’l Expo Centre di Pudong) in circa 300.000 mq si è voluta focalizzare sull’eccellenza attraverso un approccio tematico.

Forse tutto troppo grande, forse non tutto di qualità, ma crediamo che il sistema sia in marcia verso standard che non tarderanno ad avvicinarsi a quelli occidentali e che, quindi, guarderanno con sempre maggiore interesse al mondo produttivo italiano.

Ma non finisce qui. L’appuntamento, lanciato in una coinvolgente “Red Night“ tenuta sul Bund in una cornice affascinante, è per fine novembre, quando il Salone del Mobile.Milano aprirà per la seconda volta i suoi battenti a Shanghai promettendo, con una superficie espositiva quasi doppia, di replicare il successo dello scorso anno; nell’occasione, più di 20.000 persone affollarono la sede dello Shanghai Exhibition Center, straordinaria architettura sovietica incastonata fra i grattacieli della città perla di Oriente.

Arrivederci a Shanghai nel segno del design!


Tag


-

Pin It

Comments are closed.