Wall&decò: carta da parati per un tuffo nella memoria con tecnologie innovative

by • 19 settembre 2017 • Senza categoria339

Share

Cervia non sarà più famosa solo per le sue saline! Con Wall&Decò la cittadina romagnola acquista un primo piano nel panorama dei rivestimenti e specialmente delle carte da parati.

L’azienda romagnola, nata per caso nel 2005 da un’intuizione di colui che ne sarebbe diventato in seguito il fondatore, Christian Benini, ci ha stupiti con la sua proposta che rende un materiale vintage un elemento dell’abitare moderno di tendenza. Alla nascita, l’azienda si concentrava soprattutto sulla riproduzione di soggetti fotografici. Non a caso, il fondatore era infatti un fotografo pubblicitario. Presto però la pur giovane azienda conquista nuovi orizzonti estetici e nuovi utilizzi pratici. Alla tradizionale “striscia” si sostituiscono macropattern che non vengono applicati per fasce ma vanno a ricoprire l’intera parete. Ciò implica un incremento della tecnologia e della personalizzazione del prodotto, che di volta in volta sarà sempre unico e aderente alla singolare geometria proposta dal cliente. All’unicità delle proporzioni si coniuga e si accorda la straordinaria varietà delle texture che l’azienda crea con la collaborazione di designer esterni quali StudioPepe, Tommaso Guerra, Antonio Marras, Giovanni Pesce.

Per quello che invece riguarda le applicazioni, le novità che Cersaie 2017 annuncia sono Wet System e Out System, ossia carte da parati per bagni e docce o anche per esterno, con certificato brevettato che ne rende possibile la posa anche su precedenti superfici piastrellate, per uno stravolgimento delle superfici senza metter mano a demolizioni. Come in altri casi, se il materiale è radicato nella memoria, la tecnologia però è del tutto contemporanea, e consente a questo materiale antico una collocazione precedentemente inusitata, che fa casa anche in doccia!

 

 


Pin It

Comments are closed.