Ricchetti tra consolidamento della tradizione e qualche innovazione

by • 19 settembre 2017 • Senza categoria246

Share

Tra i gruppi consolidati del settore ceramico, Ricchetti, con un fatturato di oltre 180 milioni di euro nel 2013, consolida la sua presenza al Cersaie 2017 occupando un intero isolato di stand con i suoi brand, tra i quali Roberto Cavalli, Manifattura del Duca, Momo Design e all’estero Klingerberg e, in Portogallo, Cinca, la sede specializzata in rivestimenti.

Con un prodotto quotato in borsa e oltre l’80% del fatturato all’estero, Ricchetti è uno dei massimi esportatori del design italiano all’estero. È in quest’ottica che deve esser letta questa collezione che, allestita in un padiglione firmato da Massimo Iosa Ghini, piuttosto che presentare novità, consolida e conferma delle tendenze proponendole a grande formato.

Tra le molte proposte, il brand maggiormente in dialogo con l’architettura è Cerdisa, che si presenta quest’anno in una collaborazione con il designer svizzero Adrien Rovero (http://adrienrovero.com) e il suo Doodle, riportato nelle piastrelle grande formato come un frammento di una sinuosità antropomorfa che il formato di produzione permette di leggere anche come topografia, o impronta digitale di scala gigante realizzata con una tecnologia di stampa digitale a controllo numerico.


Pin It

Comments are closed.