MoMoWo approda al 26° Congresso UIA

by • 1 settembre 2017 • Professione e Formazione1356

Share
Il progetto MoMoWo – Women’s creativity since the Modern Movement si presenta al Congresso Mondiale degli Architetti 2017, a Seul dal 3 al 7 settembre

 

Il 26° Congresso Mondiale degli Architetti, a Seul dal 3 al 7 settembre, sarà l’occasione per il progetto di cooperazione culturale a larga scala MoMoWo – Women’s creativity since the Modern Movement di presentarsi al mondo degli architetti.

MoMoWo è stato lanciato nell’ottobre 2014, capofilato dal Politecnico di Torino e co-finanziato dal Programma Europa Creativa dell’Unione Europea, per perseguire molteplici obiettivi: stimolare l’interesse per la vita e il lavoro delle donne nelle professioni dell’architettura, del design e dell’ingegneria, aumentare la consapevolezza degli ostacoli e delle sfide che le progettiste hanno dovuto affrontare e stanno ancora affrontando oggi e, infine, promuovere la parità di genere nei diritti e nelle opportunità professionali.

Arrivati al 2017, e in attesa del Congresso internazionale finale che si terrà a Torino dal 13 al 16 giugno 2018, MoMoWo porterà a Seoul il suo progetto scientifico e la sua mostra itinerante fotografica. “Exploring woman architect’s own home – MoMoWo International Photo Competition Reportage” sarà infatti visibile presso lo Stand A08 del Coex Convention Center e propone in 50 scatti l’abitare al femminile, o, meglio, la casa realizzata da donne progettiste, architette, ingegneri civili, designer e paesaggiste, per loro stesse e per le proprie famiglie.

Attraverso 10 reportage, ritratti e autoritratti si incrociano nel linguaggio degli spazi e degli oggetti temi differenti: il dentro e il fuori, la presenza e l’assenza, il valore simbolico e la ricerca di funzionalità, ma soprattutto la contaminazione tra vita professionale e esistenza quotidiana.

Le immagini sono esito di un concorso internazionale e sono parte della mostra itineranteMoMoWo | 100 Works | 100 Years | 100 Women”, che sta attraversando l’Europa dove presto raggiungerà Torino.

3 codici QR attivati per i visitatori rimanderanno infine rispettivamente a una composizione musicale che Giulio Castagnoli ha ideato appositamente per il progetto di ricerca, alle immagini che non hanno potuto trovare spazio nella mostra e alla pubblicazione “MoMoWo. 100 works in 100 years”, che ripercorre la presenza delle donne nell’architettura e nel design europei tra 1918 e 2018.

La presenza di MoMoWo all’UIA di Seul è organizzata da Caterina Franchini ed Emilia Garda (Politecnico di Torino, coordinatrici internazionali del progetto).

 

Fotografi in mostra a Seul:

Primo classificato Saverio Lombardi Vallauri Secondo classificato Francesca Perani Terzo classificato Gael Del Rìo Romero Finalisti Manuela Andreotti, Luigi Avantaggiato, Isabella Borrelli, Claudio Ricciardelli, Chiara Serra e Annalisa Stella, Ros Ventura Premio facebook audience Daniela Silveira Menzioni onorevoli Sucheta Das, Emiliano Fernàndez de Rodrigo

 

Immagine di copertina: © Luigi Avantaggiato

 


Tag



Pin It

Comments are closed.