Al via la Settimana della Bioarchitettura e della Domotica 2016

by • 26 ottobre 2016 • Professione e Formazione723

Share
La rassegna che guarda all’edilizia del futuro e organizzata dall’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile apre le porte nella Casa Ecologica di Modena dal 14 al 18 novembre. Tappa a Mirandola dove si parlerà di ricostruzione sostenibile

 

Rigenerazione, recupero, riqualificazione energetico-ambientale: queste le parole chiave dell’edizione 2016 della Settimana della Bioarchitettura e della Domotica 2016 che si terrà dal 14 al 18 novembre nella Casa Ecologica di Modena, con tappa a Mirandola dove si parlerà di ricostruzione sostenibile del costruito.

La “settimana”, 5 giorni, 10 sessioni, seminari tecnici, workshop e convegni gratuiti targati Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile, apre i battenti la mattina del 14 novembre con “Le prospettive sulla rigenerazione, recupero, riqualificazione energetica e ambientale del patrimonio edilizio esistente e vincolato”, occasione per assistere alla presentazione delle Linee di indirizzo per la valutazione e il miglioramento della prestazione energetica del patrimonio culturale tutelato, redatte da un gruppo composto anche da componenti del MiBACT, a seguire il progetto di restauro della Torre Ghirlandina a Modena, Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco, e il restauro conservativo della Sala Urbana di Palazzo d’Accursio di Bologna. L’appuntamento è poi nel pomeriggio presso la sala del consiglio del Comune di Mirandola con un focus sulla ricostruzione sostenibile, uno stato dell’arte sugli edifici pubblici che rappresentano l’identità del territorio.

 

Martedì 15 novembre, ore 9.30: “Parola d’ordine: risanare l’edilizia esistente, case history e strategie d’intervento” in collaborazione con Il Giornale dell’Architettura, con al centro una delle principali sfide odierne nel settore delle costruzioni, la riqualificazione e la riconversione del parco edilizio esistente. Tra i numerosi case history: il recupero della Fabbrica Mutti di Parma, il restauro conservativo di Villa Alessandrini di Staggia – San Prospero sulla Secchia e la ricostruzione del Forno di Onna.

Nel pomeriggio si parlerà in particolare del WebGIS, cartografia interattiva dei beni culturali localizzati sul territorio emiliano-romagnolo e del progetto LUME PlannER dedicato alla pianificazione di viaggi sostenibili presso luoghi storici, musei, eventi artistici e culturali dell’Emilia-Romagna con, a seguire, un approfondimento sull’innovazione e sulle nuove frontiere della progettazione e manutenzione edilizia: il Building Information Modeling.

La “Rigenerazione urbana sostenibile” è il fulcro del seminario di mercoledì 16 novembre, che dalle ore 9.30 farà il punto su opportunità e strategie per restituire nuova qualità ambientale, economica e sociale a quartieri degradati, limitando la dispersione urbana e riducendo gli impatti ambientali insiti nell’ambiente costruito. Dalle 14.30 un percorso verso la costruzione di edifici a energia quasi zero, Nearly Zero Energy Building, il primo edificio residenziale in Italia certificato GBC Home Platinum, e tutte le news dalle aziende e dal modo della ricerca: “Obiettivo NZEB: materiali, innovazione, ricerca, opportunità e mercato”.

 

Si prosegue giovedì mattina con un incontro in collaborazione con Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) sui “Protocolli e strumenti per il retrofit energetico nei condomini”, dal cappotto termico agli aggiornamenti sulla termoregolazione e contabilizzazione del calore. Nel pomeriggio in programma invece una sessione targata CasaClima in collaborazione con il CasaClima network E-R e l’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima dal tema “Riqualificare il costruito, progettare e gestire un futuro di qualità”, dove si parlerà anche del risanamento conservativo Casaclima R di Villa Castelli, edificio sotto tutela che ha ricevuto riconoscimento ai CasaClima Awards 2016.

 

Venerdì 18 novembre in mattinata le premiazioni del Premio Domotica ed energie rinnovabili, una selezione di realizzazioni, su scala nazionale, di edifici che abbiano seguito i principi costruttivi dell’impiantistica integrata e del risparmio energetico. Nella seconda parte la presentazione e premiazione dei progetti del Concorso di idee per lo sviluppo di applicazioni per la mobilità sostenibile nel Comune di Modena nell’ambito del progetto Transition Cities, Climate-Kic.

A chiudere la kermesse il convegno “Italia in classe A: l’evoluzione del sistema normativo sull’efficienza energetica”. Prima campagna nazionale di informazione e formazione sull’efficienza energetica gestita dall’Enea che coinvolge tutta Italia: si punterà l’accento sulle novità normative in tema di diagnostica energetica negli edifici, disciplina regionale sulla certificazione energetica, nuovo codice appalti e nuovo conto termico direttamente dalla voce del GSE.

 

L’evento culturale è promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.

Le sessioni, soggette all’attribuzione di CFP da parte di Ordini e Collegi professionali, sono a ingresso libero e gratuito ma è obbligatoria l’iscrizione sul sito: www.settimanabioarchitetturaedomotica.it.


Pin It

Comments are closed.