Regione per regione le leggi che mitigano i rischi dovuti alle fragilità territoriali

by • 12 marzo 2013 • Inchieste560

Share

Sono molte le leggi che regolano direttamente o indirettamente gli interventi di mitigazione dei rischi dovuti alle fragilità territoriali: leggi per il governo del territorio, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, l’assetto idrogeologico e la prevenzione sismica, la valutazione ambientale dei piani, le competenze per la difesa del suolo. Poi quelle per le misure urgenti. Vi corrispondono strumenti (piani, politiche, programmi) in capo a diversi enti.
Si possono riconoscere quattro famiglie principali di provvedimenti legati ai princìpi di limitazione dell’esposizione al rischio. Due attengono ad ambiti di settore, attuative di disposti nazionali (assetto idrogeologico, antisismica, parchi, paesaggio). Un’altra riguarda la pianificazione regionale, provinciale e comunale, filiera che ha assunto le finalità generali della protezione dell’integrità fisica e dell’identità culturale dei territori. L’ultima è costituita da disposizioni finanziarie; vi riconosciamo la programmazione economico-finanziaria pubblica, le misure fiscali, gli stanziamenti d’urgenza. Dalle prime tre discendono strumenti di governo pubblico del territorio, che si rapportano fra loro in termini di conformità e coerenza. Dall’ultima possono scaturire programmi e piani settoriali o straordinari, anche con fondi appositi e incentivi per la sostenibilità e il contributo degli interventi privati alla diminuzione dei rischi.
I piani regionali, provinciali e comunali generati dal riformismo urbanistico, iniziato a metà anni novanta, variamente sostanziato in molte leggi regionali, orfano di un dispositivo nazionale di princìpi, hanno progressivamente affinato contenuti riferibili alla difesa dai rischi, alla riduzione del consumo di suolo, alla rigenerazione urbana, all’efficienza ambientale del patrimonio edilizio esistente. Le modalità di formare i piani si sono caratterizzate per interdisciplinarietà, integrazione della valutazione ambientale, collaborazione fra enti competenti.
In questo quadro, il panorama regionale si connota per disposizioni finalizzate alla riduzione dell’esposizione al rischio integrate alla disciplina del governo del territorio, per dispositivi di organizzazione di competenze e servizi, per deliberazioni applicative dei contenuti del sistema gerarchicamente sovraordinato.
La difesa del suolo è obiettivo di valenza nazionale; le regioni concorrono al raggiungimento di tale obiettivo tramite le proprie leggi in materia di pianificazione e urbanistica, l’esercizio di specifiche attività di conoscenza, regolazione e controllo, in attuazione della ripartizione di funzioni e compiti amministrativi su tutela dell’ambiente e difesa del suolo. Esse emanano provvedimenti in materia di rilocalizzazioni di immobili a rischio.
Infine, esiste un patrimonio conoscitivo che compone un sistema informativo in continuo aggiornamento, disponibile in tutti i siti degli enti competenti per il governo del territorio. Sia nelle sezioni ambientali che in quelle urbanistiche che in quelle per l’esercizio della protezione civile, si trova cartografia riferita alle vulnerabilità geologiche, idrogeologiche e idrauliche.
È arduo sintetizzare il complesso sistema di norme e piani in continua implementazione. Di seguito, alcuni riferimenti principali a livello regionale.

Abruzzo
l.r. n. 81 del 16settembre 1998, Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo
l.r. n. 18 del 12 aprile 1983, Norme per la conservazione, tutela, trasformazione della Regione Abruzzo
Disegno di Legge Regionale, Norme in Materia di Pianificazione per il Governo del Territorio – Approvato dalla G.R. con Delibera n.380/C del 21/07/09
Basilicata
l.r. n. 25 del 17 agosto 1998, Disciplina delle attività e degli interventi regionali in materia di protezione civile
l.r. n. 23 del 11 agosto 1999, Tutela, governo ed uso del territorio
Calabria
l.r. n. 19 del 16 aprile 2002, Norme per la tutela, governo ed uso del territorio –Legge Urbanistica della Calabria
Del. G.R. n 377 del 22 Agosto 2012 approvazione del Quadro Territoriale Regionale Paesaggistico della Regione Calabria
Campania
l.r. n. 16 del 22 dicembre 2004, Norme sul governo del territorio
l.r. n. 13 del 13 ottobre 2008 “Piano territoriale regionale”
Emilia Romagna
l.r. n. 20 del 24 marzo 2000, Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio
Deliberazione della Giunta regionale n. 3939 del 6 settembre 1994, Criteri progettuali per l’attuazione di interventi in materia di difesa del suolo nel territorio della Regione Emilia-Romagna2000-20#
Friuli Venezia-Giulia
l.r. n. 5 del 3 febbraio 2007, Riforma dell’urbanistica e disciplina dell’attività edilizia e del paesaggio
l.r. n. 22 del 3 dicembre 2009, Procedure per l’avvio della riforma della pianificazione territoriale della Regione
Lazio
l.r. n. 53 del 11 Dicembre 1998, Organizzazione regionale della difesa del suolo in applicazione della legge 18 maggio 1989, n. 183
l.r. n. 38 del 22 dicembre 1999, Norme sul governo del territorio.
Liguria
l.r. n. 9/1993, Organizzazione regionale della difesa del suolo in applicazione della legge 18 maggio 1989, n. 183
l.r. n. 36 del 4 settembre 1997, Legge urbanistica regionale
Lombardia
l.r. n. 12 del 11 marzo 2005, Legge per il governo del territorio
d.g.r. n. IX/4052 del 19.09.2012, Progetto di legge Norme per la difesa del suolo e la gestione dei corsi d’acqua della Lombardia
Marche
l.r. n. 29 del 3 maggio 1985, Norme in materia di opere idrauliche di competenza regionale
l.r. n. 34 del 5 agosto 1992, Norme in materia urbanistica, paesaggistica e di assetto del territorio
l.r. n. 22 del 23 novembre 2011, Norme in materia di riqualificazione urbana sostenibile e assetto idrogeologico
l.r. n. 31 del 12 novembre 2012, Norme in materia di gestione dei corsi d’acqua
Molise
l.r. n. 24 del 1 dicembre 1989, Disciplina dei piani territoriali paesistico ambientali
Studio del rischio idrogeologico nella Regione Molise, 2001
Piemonte
l.r. n. 56 del 5 dicembre 1977,
l.r. n. 54/1975
l.r. n. 44 del 26 aprile 2000,
Puglia
l.r. n. 20 del 27 luglio 2001, Norme generali di governo e uso del territorio.
l.r. n. 20 del 7 ottobre 2009, Norme per la pianificazione paesaggistica
Sardegna
l.r. n. 45 del 22 dicembre 1989, Norme per l’uso e la tutela del territorio regionale
Decreto del Presidente della Regione n. 82 del 7 settembre 2006, Approvazione del Piano paesaggistico regionale
l.r. n. 19 del 6 dicembre 2006,Disposizioni in materia di risorse idriche e bacini idrografici
Sicilia
l.r. n. 71 del 27 dicembre 1978, Norme integrative e modificative della legislazione vigente nel territorio della Regione siciliana in materia urbanistica
Dicembre 2009, Disegno di legge Norme per il governo del territorio
Toscana
ll. rr. nn. 58/2009 (prevenzione e riduzione del rischio sismico) e 91/1998 (norme per la difesa del suolo)
l.r. n. 1 del 3 gennaio 2005, Norme per il governo del territorio
l.r. n. 21/20012, Disposizioni urgenti in materia di difesa dal rischio idraulico e tutela dei corsi d’acqua
Umbria
l.r. n. 27 del 24 marzo 2000, Norme per la pianificazione urbanistica territoriale
l.r. n. 13 del 26 giugno 2009, Norme per il governo del territorio e la pianificazione e per il rilancio dell’economia attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente
Valle d’Aosta
l.r. n. 11 del 6 aprile 1998, Normativa urbanistica e di pianificazione territoriale della Valle d’Aosta
d.g.r. 2939/2008 Criteri ed indirizzi di carattere tecnico e adempimenti in ordine alla redazione ed approvazione delle cartografie degli ambiti inedificabili
l.r. n. 5 del 18 gennaio 2001, Organizzazione delle attività regionali di protezione civile
Veneto
l.r. n. 11 del 23 aprile 2004 norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio
Accordo di Programma del 23 dicembre 2010 tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Regione del Veneto
Provincia Autonoma di Bolzano
l.p. n. 35 del 12 luglio 1975, Ordinamento dell’Azienda speciale per la regolazione dei corsi d’acqua e la difesa del suolo
l.p. n. 13 del 11 agosto 1997, Legge urbanistica provinciale
Decreto del Presidente della Provincia 5 agosto 2008, n. 4, Regolamento di esecuzione concernente i piani delle zone di pericolo
Provincia Autonoma di Trento
l.p. n. 1 del 4 marzo 2008, Pianificazione urbanistica e governo del territorio
l.p. n. 5 del 27 maggio 2008, Approvazione del nuovo Piano Urbanistico Provinciale
delibera n. 2249 della G.P. del 5 settembre 2008, Norme di Attuazione della Carta di sintesi geologica


Pin It

Comments are closed.