A Roccaverano non piace il municipio brutalista

by • 17 agosto 2010 • Patrimonio567

Share

A Roccaverano (Asti), sorge il Municipio progettato da Giulio Balbo (allievo di Ottorino Aloisio), realizzato tra il 1979 e il 1985. Malgrado la discreta fortuna critica, fra cui le lodi di Bruno Zevi, l’’opera è invisa a turisti e abitanti, che hanno richiesto l’abbattimento o di smorzarne l’’impatto. L’’edificio propone un audace confronto con la chiesa bramantesca e i resti del castello, risolto con un linguaggio neobrutalista d’ispirazione lecorbusiana; il dialogo con la pietra, leitmotiv del centro storico, è invece assolto dall’’uso del cemento armato a vista.


Tag


Pin It

Comments are closed.